Ci sono momenti in cui la scrittura aiuta a mettere ordine nelle cose, a ripensare ai valori che animano la cura e a ravvivare il desiderio di potersi prendere cura dell’altro, nonostante tutto: si creano così “sogni di futuro”.

Articolo della Dr.ssa Melania Cappuccio (Direzione Sanitaria Fondazione Gusmini) tratto da Psicogeriatria – Anno XX – Supplemento 1 “Covid-19 e gli anziani. Un’esperienza per il futuro”

Pubblicato in Rassegna stampa